Quando un cliente si affida a NEXTIP, non sta semplicemente cercando un fornitore unico per la filiera del contact center, ma un partner che sia capace di condividere le esperienze maturate nei diversi mercati e che possa, con la propria visione, migliorare l’esperienza dei propri collaboratori e, di riflesso, raggiungere gli obiettivi prefissati.

Noi in Nextip non lo chiamiamo impegno, ma “commitment”, un concetto che supera la semplice traduzione letteraria della parola ma che racchiude in sé concetti quali la passione, forte motivazione, appartenenza, responsabilità e quindi una vera e propria identificazione ed allineamento con gli obiettivi dei nostri clienti o meglio partner, come ci piace chiamarli.

Questo si traduce in una attività continua di ricerca delle migliori strategie, tecnologie, algoritmi ma anche singoli dettagli che possano fare la differenza per i nostri clienti e che ci ha portato, nei mesi scorsi, alla definizione di un modello sfidante dove i ricavi sono allineati non solo con l’utilizzo del sistema, ma la reale efficacia che questo ha verso i clienti, ovvero la loro interazione, la risposta: il Paypercall.

Ma il modello economico è stato solo l’anticipazione di una parte di un progetto più ampio che è in sviluppo da ormai un anno e che si appresta adesso ad avere la sua prima “concretizzazione” in quello che abbiamo chiamato Nextip 7.0, frutto delle richieste condivise proprio con i nostri partner che da sempre contribuiscono alla crescita e all’arricchimento dei servizi offerti.

In questo post condivideremo gli aspetti più salienti che caratterizzano questa prima versione della piattaforma ormai in fase prossima di rilascio.

ESPERIENZA D’USO RINNOVATA

L’efficacia di una campagna di marketing telefonica non è solo legata alla efficacia dell’algoritmo di chiamata, ma è soprattutto frutto del lavoro e della esperienza di chi monitora la sala operativa attraverso le “cabine di regia” e sa interpretare i dati rilevati per applicare parametrizzazioni, anche minime, che possono influire sul raggiungimento degli obiettivi prefissati.

La reattività diventa quindi un elemento cruciale che deve essere supportata da strumentazioni progettate su tali esigenze

Questo ci ha spinto ad investire tempo ed energie sulla revisione della esperienza d’uso partendo proprio da una raccolta di esigenze espresse da chi amministra l’operativo e ricerca una piattaforma facile da usare ma al contempo chiara, ed efficace.

Questo si traduce in una revisione innanzitutto di layout, dove le funzionalità sono più facili da trovare supportati poi da una revisione grafica non solo in termini di look&feel più moderno e piacevole, ma anche attraverso l’uso di elementi quali “slider” e bottoni che rendono più immediata la comprensione e la gestione dei parametri di campagna.

NUOVE STRATEGIE DI CHIAMATA

Quando abbiamo introdotto il modello del paypercall avevamo in mente di avere uno stimolo forte e continuo per migliorare le performance delle strategie di chiamata nel completo rispetto non solo delle normative vigenti, ma soprattutto dei clienti finali per dare un piccolo contributo alla riduzione del fenomeno di percezione dei contact center come “macchine spara contatti”.

Nextip 7.0 introduce nuove modalità di contatto che aiutino ad aumentare da una parte le performance del gruppo di lavoro ed al contempo non sprecare il potenzialità degli affidi (come si dice in gergo tecnico: “Non bruciare le liste”).

Tra queste una nuova modalità di contatto che prevede l’alternanza di modalità predicitve e progressive su operatore con detect degli stati chiamata per aumentare l’efficienza della gestione di alcuni specifici scenari e la gestione di portafoglio di clienti.

UN NUOVO CUORE (TECNOLOGICO) PULSANTE

Per supportare le migliorie prefissate e quelle a venire, abbiamo scelto di introdurre nuovi framework di sviluppo capaci di supportare la visione di flessibilità, performance e stabilità richieste nel mercato dei contact center.

LARAVEL: Il framework PHP per gli artigiani del web; così viene definito questo ambiente di sviluppo  ad oggetti che costituisce il vero cuore pulsante di NEXTIP 7.0 e che ci ha permesso lo sviluppo degli algoritmi sopra citati con performance di esecuzione raddoppiate. Un sofisticato ambiente di sviluppo di backend PHP sviluppato nel 2011 che permette l’implementazione di applicazioni con semplicità, eleganza e leggibilità.

 

REACT: Il framework di frontend sviluppato da Facebook per disegnare User  Interface in modo efficiente e flessibile sfruttando la versatilità del linguaggio HTML 5, compatibile con dispositivi desktop tradizionali e mobili quali smartphone e tablet, in linea con la nostra idea di fruizione del contact center anche in modalità smartworking.

 

 

UN NUOVO PUNTO DI INIZIO

Nextip 7.0 non identifica la bandiera di arrivo, ma il punto di partenza per una nuova fase orientata ad un uso più agile degli strumenti supportato dalle tecnologie ad oggi disponibili sul mercato e che concretizzino la nostra visione: una sistema ed un fornitore unico che permettano l’ottimizzazione delle interazioni con i propri clienti e che diano soprattutto l’opportunità ai collaboratori dei nostri partner di esprimere meglio le loro potenzialità, il loro talento.